Immaginiamo il mazzo delle chiavi !!??

Centro ASBUC
O cos’è, un labirinto?

18/1/2014 – 17:57

Piove piove, ma se il governo è ladro la ditta assolutamente è onesta e lavoratrice come difficilmente si vede in situazioni simili.
Ma cosa sono tutti quei ferri lucidi e colorati che fanno passare in secondo piano l’ocra del legno al quale eravamo abituati?
È finita l’era dell’abete, ora siamo in quella del gesso!
Dopo la copertura del grande tetto spiovente con travi di 6 centimetri con sopra una guaina di qualche millimetro e ancora un isolante di 12 cm.  più un distanziatore areante di 5 e a finire un rivestimento di una lastra in compensato marino di 2… ora siamo coperti con un “cappottino” di  un quarto di metro e… andiamo a lavorare dentro!
Prima però si comincia il ritorno al passato con tecniche del futuro: la cannella tanto amata!
Siamo al centro dell’ingegneria edile per un Centro tanto atteso convinti di avere fatto centro!

 Tutti in riunione, tutti attenti, precisi e decisi, meticolosi e puntigliosi, appaltanti e appaltatori, a sembrar di giocare, dopo il lego, anche con i trenini… poi venne la sera… e chi se ne importa!

Dalle canne alla cannella

La rivincita della cannella!

  

  Dopo più di quarant’anni la cannella, scacciata da Bocca di Serchio, torna a Migliarino!
Stamani al cantiere del centro sociosanitario di Migliarino sono arrivati i pannelli in cannuccia di palude che formeranno il cappotto della costruzione.
Viene da ridere al ricordo di quello stupido articolo di un quotidiano locale che gridava “Migliarino, capitale della droga”; ora cosa avrebbero da dire vedendo tutte queste canne?
Ora ci droghiamo di novità e progresso e socialità, ma questo non lo diranno mai!
Noi scherziamo e la ditta lavora confidando in questa tregua di bel tempo.
I pannelli che si vedono accatastati nella seconda foto saranno posizionati all’esterno dei “muri” come si vede dal modello offerto in gara della terza foto.
La quarta è nostalgia!